OTTIMIZZARE IL PROFILO PERSONALE LINKEDIN

Pensa al tuo profilo personale  come un piccolo funnel.

1. Le persone arrivano sul tuo profilo

2. Guardano la tua immagine del profilo

3. Guardano la tua immagine di copertina

4. Leggono il tuo sommario

5. Leggono le informazioni

6. Molto spesso guardano dove lavori

e le competenze confermate.

Per poi contattarti o seguire i tuoi contenuti.

Per creare un profilo personale che converta dovrai seguire una semplice formula:

Il valore che puoi offrire + definizione del tuo ica +

posizionamento

mA DA DOVE INIZIARE?

Dal profilo personale.

pronti?

IMMAGINE DEL PROFILO LINKEDIN

RICORDA NON ABBIAMO UNA SECONDA OCCASIONE PER DARE UNA BUONA PRIMA

IMPRESSIONE.

Le persone giudicano i loro potenziali dipendenti, partner commerciali e fornitori sulla base delle loro foto profilo.

Ad esempio, se non hai una foto nel tuo profilo LinkedIn o hai impostato la privacy su quest’utlimo, le persone di solito non acettano le tue richieste di

connessione (perché risulta estremamente impersonale).

Perciò la tua immagine del profilo dovrà essere perfetta.

Immagini del profilo consigli pratici:

1. No foto in bianco e nero

2. No gattini, cani, animali, foto dei tuoi figli

3. No foto di te in lontananza immerso in un paesaggio

4. No foto di te in occhiali da sole

5. ASSOLUTAMENTE NO: Non inserire nessuna foto

6. NO foto sgranate.

purtroppo per privacy non inseriro’

alcunE bellissime foto di gattini, figli,

foto di eminem (giuro che’ e’ capitato)

Consigli per l’immagine del profilo perfetta:

1. Taglio all’americana o mezzo busto

2. Sfondo neutro

3. Colori che rimandano al tuo brand

4. Foto luminosa

5. Immagine staccata dallo sfondo

Alcuni TRICK interessanti per rendere la tua foto interessante:

1. SORRIDI

2. CREA UN SEMPLICE EFFETTO RILIEVO (Trovi in basso degli esempi)

3. Usa Remove.bg per creare uno sfondo neutro.

Esempi di foto interessanti:

 

ESEMPI DI COPERTINE

Nel momento in cui una persona entra in contatto con te e visita il tuo

profilo personale hai 5/7 secondi per attirare la sua attenzione.

Lo scopo di una immagine di copertina è racchiudere visivamente ciò che fai o ciò che sei.

Che cosa inserire nella tua immagine di copertina?

1. Infografica sul servizio da te offerto

2. Infografica con rimando a qualcosa di specifico: Evento, Meeting, canale di riferimento, sito web.

3. Se il tuo brand è già ben posizionato una grafica con il tuo logo può essere un buon compromesso

4. Foto di te durante un tuo speech

5. Grafica di un tuo eventuale libro

5. Foto ad eventi con personaggi estremamente interessanti del tuo settore

Consigli.

1. Mostra ciò che fai ( foto come speaker ad eventi, foto con influencer del tuo settore ecc)

2. Dimostra la esperienze ( loghi dei migliori partner, clienti, ecc)

3. Inserisci una call to action

Esempi

 

La headline

La Headline di Linkedin sarà la tua prima (mini) lettera di vendita, avrà il compito

di spiegare cosa fai, a chi, e che valore puoi portare.

In 200 caratteri dovrai spingere il tuo potenziale lead a leggere la sezione

informazioni o a contattarti.

Come scrivere la Headline perfetta?

Beneficio che porti al tuo potenziale cliente + Cosa ti differenzia + Risultato

Di seguito ecco alcuni esempi di Headline interessanti.

 

La biografia

La bio sarà la tua lettera di vendita, è qui
che dovrai spiegare in maniera dettagliata:

1. Il tuo posizionamento,

2. A chi ti rivolgi,

3. Il tuo valore

4. Cosa ti differenzia dagli altri.

5. Che risultati hai portato

6. Dove possono contattarti

Ricorda bene:

NON STAI SCRIVENDO LA STORIA DELLA TUA VITA

A NESSUNO INTERESSA CHE A 12 ANNI HAI FATTO IL BOY SCOUT

Diversi Marketers si sono spesi nello spiegare quale fosse la tecnica migliore

per scrivere una bio perfetta, possiamo dividere questi marketers in due fazioni:

1. Il primo gruppo, uniscono usano un linguaggio più “informale”, dividono il
tutto in 6 punti (quelli sopra elencati), e sfruttano alcune leve del copywriting per agganciare il proprio lead.

2. Il secondo gruppo, preferiscono lavorare sull’aspetto emotivo, e creano una bio seguendo questo script:

Difficoltà > Sacrificio > Successo > Promessa di Valore > Invito all’azione.

Non mi piace fare come molti “esperti” di settore e buttare fango ( e non solo) su altri approcci alla piattaforma, come avrai capito io preferisco utilizzare il

primo approccio, per una serie di motivi:

1. Il punto due rischia di posizionarti in maniera sbagliata

2. E’ vero l’aspetto emotivo smuove spesso la persona in maniera irrazionale

ma qui stiamo parlando di creare connessioni con dirigenti di azienda, direttori

marketing, ed altri esperti di settore a cui vendere i nostri servizi siete davvero

cosi sicuri che abbiano 0 conoscenze delle tecniche di storytteling base?

E soprattutto chiedetevi:

Come voglio presentarmi a quest’azienda?

Che sensazioni voglio suscitare?

Voglio fare solo awereness o convertire i miei lead?

3. La strategia numero 2 rischia di essere deposizionante se non hai buone

conoscenze di copy.

Se hai passato un pò di tempo su Linkedin avrai sicuramente notato alcuni

ragazzi di 20 anni scrivere:

Ho 20 anni ed una azienda da 5

Ho perso 100 mila euro in 20 giorni

Ho rifiutato 1 milione di euro

Questi copy funzionano?

Assolutamente si, attirano l’attenzione del lettore chi non si fermerebbe a

leggere un titolo cosi “clickbaitoso”, ma dopo aver letto il post che sensazioni

avrà il tuo potenziale lead? Che posizionamento avrai assunto nella mente

di questo potenziale cliente?

Non vi dico di non usare determinate tecniche a prescindere vi chiedo solo di

pensare sempre alle solite 3 domande:

Come voglio presentarmi a quest’azienda?

Che sensazioni voglio suscitare?

Voglio fare solo awereness o convertire i miei lead?

 

SEZIONE IN PRIMO PIANO

E’ probabilmente l’ultimo aggiornamento di Linkedin nella sezione profilo, la troviamo poco sotto la bio, questa sezione ci permetterà di catturare l’attenzione del nostro potenziale lead tramite dal punto di vista visuale.

Personalmente vedo la sezione in primo piano come una “lettera di vendita visuale”.

Dovrai con una, due, tre “immagini”, spingere il tuo potenziale cliente al

contatto, a lasciare i suoi dati, ad entrare dentro il tuo funnel ecc.

Guardiamo alcune sezioni in primo piano interessanti

 

ESPERIENZA

Il tuo potenziale cliente è interessato a te, ma sta cercando di capire se sei la persona giusta per lui.

E qui che arriva la sezione Esperienza.

Come impostare una sezione esperienza in maniera corretta?

1. Scrivi cosa hai fatto per quella azienda, se è tuo indica le tue competenze

2. Che risultati hai portato / che clienti gestisci

3. Cosa hai fatto per loro

4. Risultati

 

Competenze e segnalazioni

Settare correttamente la sezione competenze e segnalazioni è molto

importante per diventare un profilo autorevole agli occhi di Linkedin.

Perchè è importante diventare autorevole agli occhi di Linkedin lo scopriremo nel capitolo algoritmo.

Come scoprirai nei capitoli successivi Linkedin lavora moltissimo lato SEO, puoi vederlo da subito sul tuo profilo, al di sotto della sezione (controlla sul tuo profilo) sotto la sezione in primo piano la voce:

COMPARSE NEI MOTORI DI RICERCA.

Settare correttamente la sezione competenze e segnalazioni è molto

importante per diventare un profilo autorevole agli occhi di Linkedin.

Perchè è importante diventare autorevole agli occhi di Linkedin lo scopriremo nel capitolo algoritmo.

Come scoprirai nei capitoli successivi Linkedin lavora moltissimo lato SEO, puoi vederlo da subito sul tuo profilo, al di sotto della sezione (controlla sul tuo profilo) sotto la sezione in primo piano la voce:

Competenze:

Come settarle in maniera corretta?

Scegli 3 competenze con cui vuoi essere trovato dai tuoi potenziali lead

esempio:

Sei un Facebook Adv?

Inserisci la parola Facebook nella sezione competenze, sarà Linkedin stesso ad aiutarti a scegliere la competenza migliore per te.

Segnalazioni:

Come settarle in maniera corretta?

Non avrai bisogno di centinaia di segnalazioni per essere autorevole nel tuo campo per Linkedin ti bastano poche decine di segnalazioni (ti prego fai si

che siano vere, ricordati l’importanza del posizionamento e l’essere credibile

agli occhi del tuo cliente).

Come fare a chiedere le segnalazioni? 

Premi sul tasto chiedi segnalazione ( che trovi sotto competenze e formazione)

Ed inserisci il nome della persona a cui vuoi chiedere la segnalazione

A chi chiedere le segnalazioni?

Clienti

Vecchi colleghi

Dipendenti

Collaboratori

 

Ora avete tutti gli step per migliorare il proprio profilo personale

Alla prossima

 

 

LINKEDIN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Giovanni Saladino P Iva 03667350791

Privacy Policy